Via Ca' Ricchi, 14 S. Lazzaro di Savena (BO)

LUN - GIO 8:00-12:30 14:00-18:30
VEN 8:00-12:30

LavoraSicuro

Aggiornamenti gratuiti su normative, innovazione e curiosità sul mondo della sicurezza.

TIPI, CATEGORIE, CLASSI E REQUISITI DELLA SCARPA ANTINFORTUNISTICA: FACCIAMO CHIAREZZA

Innumerevoli sigle e abbreviazioni rischiano di generare confusione e creare incertezza. Ecco perché, per un argomento così importante come le scarpe antinfortunistica e - più in generale i DPI per gli arti inferiori - è bene fare un po' di chiarezza su tipi, categoria e classi di questi prodotti.

La classificazione delle scarpe antinfortunistiche prevede due tipi principali, sulla base dei materiali di produzione: la classe 1 racchiude le calzature realizzate in cuoio o in altri materiali con la sola esclusione di gomma e polimeri. La classe 2 ingloba invece quelle realizzate in gomma o polimeri.

 

 

Le categorie delle scarpe antinfortunistica

requisiti scarpe antinfortunistiche

Subito dopo le classi, ci sono le categorie, vale a dire una suddivisione delle calzature in base al grado di protezione del puntale:

  • Calzature di sicurezza (sigla S cioè Safety) regolate dalla norma UNI EN ISO 20345:2012
  • Calzature di protezione (sigla P cioè Protection) regolate dalla norma UNI EN ISO 20346:2014
  • Calzature di lavoro (sigla O cioè Occupational) regolate dalla norma UNI EN ISO 20347:2012

Di queste specifiche categorie abbiamo parlato in un apposito articolo che ti invitiamo a consultare

 

Ti potrebbe interessare: "LE NORMATIVE DA CONOSCERE PER LE SCARPE ANTINFORTUNISTICHE"

 

 

Per ogni categoria di scarpa antinfortunistica esistono 6 sottocategorie

Dopo la classificazione e la categoria delle scarpe antinfortunistica arriviamo al passaggio successivo: le sotto-categorie.

In rapporto alle categorie sono state elaborate 6 sotto-categorie: SB, S1, S2, S3, S4, S5 - con applicazione degli stessi principi anche per le categorie P e O - con riferimento a specifici requisiti necessari che vanno a sommarsi a quelli base, già definiti dalla normativa generale.

 

Ogni sigla rappresenta la capacità di resistenza della scarpa a uno specifico agente, costituendo pertanto un requisito.

 

requisiti scarpe antinfortunistiche

 

SCARICA LA NOSTRA GUIDA GRATUITA PER SCEGLIERE LE MIGLIORI SCARPE ANTINFORTUNISTICHE

 

 

Dove e come verificare le informazioni e i requisiti

requisiti scarpe antinfortunistiche

Veniamo alla praticità: come fare a verificare se una scarpa è in linea con le mie esigenze? Tutte le informazioni che attengono alla singola scarpa antinfortunistica sono impresse (marcatura) dall'azienda produttrice direttamente sul dispositivo oltre che sulla nota di accompagnamento.

Per conoscere i requisiti (base o aggiuntivi) che le scarpe antinfortunistiche devono avere rispetto a un determinato contesto lavorativo o a una tipologia di attività, occorre fare riferimento alla norma UNI EN ISO 20344 denominata "Dispositivi di protezione individuale – Metodi di prova per le calzature", in cui vengono evidenziate le caratteristiche specifiche e le prove realizzate nei test di validazione.

Non dimentichiamo, inoltre, che le scarpe antinfortunistiche base devono soddisfare sempre i requisiti definiti dalla norma di riferimento.

Questo vale per le calzature di sicurezza (UNI EN ISO 20345), le calzature di protezione (EN ISO 20346) e le calzature da lavoro (EN ISO 20347).

Vuoi scoprire le scarpe antinfortunistiche più adatte alla tua professione?

Scarica gratis la guida completa

 

Scarica la nostra guida alle Scarpe Antinfortunistiche

ico_form

Compila il form per maggiori informazioni

ISCRIVITI AL BLOG

     

    New call-to-action

     

    New call-to-action

     

    New call-to-action

     

    New call-to-action