Via Ca' Ricchi, 14 S. Lazzaro di Savena (BO)

LUN - GIO 8:00-12:30 14:00-18:30
VEN 8:00-12:30

LavoraSicuro

Aggiornamenti gratuiti su normative, innovazione e curiosità sul mondo della sicurezza.

GUANTI ANTINFORTUNISTICI PER LAVORI SOTTO TENSIONE

La norma UNI EN 60903 del 2003 disciplina i guanti isolanti destinati a proteggere nel corso dei lavori sotto tensione.

 

Si tratta di prodotto di Categoria III, secondo quanto stabilito dal Regolamento sui DPI, i   dispositivi di protezione individuale, in questo caso riguardanti la tutela delle mani e, più in generale, degli arti superiori.

I guanti considerati conformi in base a quanto stabilito dalla norma citata, devono presentare precise caratteristiche ed essere controllati con cadenza specifica e inderogabile.

 

Questo tipo di DPI deve presentare una serie di elementi quali: la specifica del produttore, la taglia del guanto, le norme di riferimento (EN 60903 e EN 420 con marchiatura “CE”) oltre allo specifico pittogramma che riportiamo di seguito.

La marcatura può prevedere, nei casi previsti, anche la categoria al fine di esplicitare la resistenza dei guanti ad alcuni pericoli specifici.

 

lavori sotto tensione

 

Ti potrebbe interessare anche: "LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEI GUANTI DA LAVORO"

 

Superamento dei test e classi relative ai guanti di protezione contro il rischio elettrico

lavori sotto tensione

Parlando in generale, tutti i guanti di protezione certificati, non solo quelli idonei a lavorare sotto tensione, devono rispettare gli standard della norma generale EN 420.

Conseguentemente, per il rischi elettrici, è necessario il superamento dei test previsti dalla norma EN 60903, che comprendono la resistenza a prove di natura meccanica e termica, oltre a fiamme e invecchiamento.

 

I guanti da protezione contro il rischio elettrico sono poi divisi in 6 classi, con una protezione che spazia da 500 a 36mila volt, in base alle caratteristiche di realizzazione.

L’indicazione della classe è presente nella marcatura del guanto, sul dorso, unitamente alla categoria.

 

Nella tabella di seguito le specifiche relative alle singole classi:

 

CLASSE TENSIONE MASSIMA DI ESERCIZIO V AC TENSIONE DI PROVA V CA SPESSORE PARETE IN MM 
00 500 2500 0,5
0 1000 5000 1,0
1 7500 10000 1,5
2 17000 20000 2,3
3 26500 30000 2,9
4 36000 40000 3,6

 

 

 

Clicca qui e scarica subito Gratis la guida completa per scegliere il miglior guanto per la protezione delle mani più adatto alla tua professione!

 

 

Durata dei guanti da lavoro sotto rischio tensione

Trascorso un determinato tempo dalla data di fabbricazione i guanti di protezione da rischio elettrico, sia che siano stati utilizzati, sia che siano stati semplicemente immagazzinati, devono essere obbligatoriamente verificati, di conseguenza inviati alla ditta che li ha realizzati per essere usati in piena sicurezza e nel rispetto delle norme specifiche.

 

Più precisamente:

  • I guanti di protezione appartenenti alle classi dalla 1 alla 4, anche in stoccaggio, vanno testati ogni 6 mesi
  • I guanti delle classi 00–0 vanno verificati una volta all’

 

Al fine di una maggiore tutela di questi DPI il consiglio è quello di conservarli in un luogo protetto, in modo da preservarli al meglio contro ogni tipologia di usura e deperimento.

 

Ti potrebbe interessare anche: "INFORTUNI ALLE MANI: I RISCHI CONNESSI AD ATTIVITÀ LAVORATIVE E HOBBY"

 

Ulteriori protezioni dei guanti da lavoro sotto tensione

lavori sotto tensione

Come accennato in precedenza i guanti di protezione regolati dalla norma UNI EN 60903 contro il rischio elettrico, possono presentare proprietà aggiuntive e relative protezioni a fronte di ulteriori pericoli riferibili a specifiche categorie. In particolare:

  • Categoria H: resistenza all’olio
  • Categoria A: resistenza all’acido
  • Categoria Z: resistenza all’ozono
  • Categoria C: resistenza alle temperature molto basse
  • Categoria R: Categoria H + A + Z (tutte le precedenti)

 

Vuoi scoprire tutte le tipologie di guanti per la protezione delle mani più adatte alla tua professione?

Scarica gratis la guida completa

 

New call-to-action

ico_form

Compila il form per maggiori informazioni

ISCRIVITI AL BLOG

     

    New call-to-action

     

    New call-to-action

     

    New call-to-action

     

    New call-to-action